Se fai questo quando vai in bagno, ATTENZIONE: non lo stai facendo nel modo giusto | E’ pericoloso per la tua salute

0
149

Una delle cose più semplici ed importanti che facciamo durante la giornata sono relative all’utilizzo della toilette. Non tutti però conoscono i segreti di questa azione “liberatoria”.

Tre volte in una settimana andiamo in bagno per “liberarci”. O almeno questo è il consiglio che ci danno gli esperti per un momento della nostra vita molto semplice ma decisamente importante.

Salute (Web source)
Uomo seduto su una toilette (Web source)

Non solo l’atto in sé è decisamente importante, ma anche la postura con cui – magari dopo i pasti – andiamo a liberare il nostro corpo.

Sono infatti tantissime le persone che utilizzano una postura sbagliata mentre sono sedute sulla propria toilette.

Il che sembra banale, ma incide non poco sia sull’azione in questione che sulle nostre condizioni di salute.

Di che posizione parliamo? Quella con le ginocchia “tipica” a 90° che è completamente sbagliata oltre che innaturale.

Scopriamo quindi qual è la posizione giusta e perché è così necessario adottare una postura corretta mentre siamo seduti sulla nostra toilette.

Andare alla toilette: qual è la postura che un miliardo di persone non conosce

Sono almeno 1,2 miliardi di persone che sbagliano postura assumendo una posizione innaturale tutti i giorni. Ma qual è il modo corretto per andare di intestino? Per un’azione quotidiana come quella dell’eliminazione delle feci ci sono delle regole.

posizione
E’importante la postura corretta (web source)

POTREBBE INTERESSARTI>>> Una nuova epidemia in arrivo, la peste suina: vietate attività in alcune regioni d’Italia

Come detto in precedenza, infatti, la tipica posizione delle ginocchia a 90° è sbagliata, non favorisce l’evacuazione e può pure provocare problemi di salute come le emorroidi e la stitichezza.

Il nostro corpo ha due sfinteri (formazione vascolare ad anello che serve ad aprire o chiudere un orifizio o foro).

POTREBBE INTERESSARTI>>> Claudio Amendola, la drastica decisione di cambiare vita dopo aver visto la morte in faccia

Uno esterno, che verosimilmente tutti conosciamo, ed uno interno. Quest’ultimo è concepito per valutare il momento opportuno per andare in bagno.

Il nostro cervello sceglie la situazione migliore per farlo, anche se dipende da molte variabili, incluse quelle psicologiche.

Come non evidenziare, infatti, che molte persone fanno fatica a farla in bagni pubblici o al lavoro, ma anche in casa di amici e parenti, a causa di un vero e proprio blocco psicologico che blocca quindi l’apertura del secondo sfintere.

Detto ciò, la posizione migliore è quella dello squat, con le gambe che formano un angolo di circa 35° con il bacino.

In questo modo il nostro intestino si rilassa completamente ed anche il secondo sfintere riesce ad aprirsi in maniera naturale.

POTREBBE INTERESSARTI>>> Adriano Celentano: la critica peggiore della sua vita arriva da una donna insospettabile | Il web insorge

POTREBBE INTERESSARTI>>> Milly Carlucci: lo ha nascosto tutta la vita, ma vive sotto minaccia costante | La sua condizione è irreversibile

Se non vi fidate solo delle vostre forze, potete comunque utilizzare uno sgabello da posizionare sotto i piedi. Così difficilmente potrete sbagliare posizione e dovreste andare di intestino pure più in fretta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here