Platinette: la grave malattia all’origine della sua scomparsa dalla TV | Oggi è ridotto così

0
247

Platinette, per anni antesignano dei diritti LGBTQ+, quando non era ancora di moda, giornalista arguto  capace, da anni combatte con una grave malattia. Ecco qual è.

Maurizio Coruzzi, Mauro, questo il vero nome di Platinette, è nato in provincia di Parma, terra di buon cibo, nel 1955.

Non è una famiglia agiata la sua. I rapporti con il padre non sono semplici, c’è da dire che era stato internato nei campi di concentramento ed alla fine della guerra era tornato dalla Germania a piedi.

Era un uomo d’altri tempi, segnato dalla vita. L’unico abbraccio che padre e figlio si sono dati è stato al termine della sua vita.

Di tutt’altro tenore il rapporto con la madre, che lo ha inondato d’ amore.

Mauro in versione Platinette con Moira Orfei
Mauro in versione Platinette con Moira Orfei (Instagram)

È stato uno dei primi, Maurizio, in anni non sospetti, a ostentare la propria inclinazione sessuale, (tra)vestendosi come una drag queen e presentandosi così al Maurizio Costanzo show.

Da quelle prime apparizioni, la sua popolarità si è amplificata in modo esponenziale, anche per l’arguzia del giornalista nascosto sotto la parrucca.

Leggi anche -> Maurizio Costanzo, ecco quali cibi lo hanno rovinato 

La malattia

Per anni Platinette ha convissuto con una malattia subdola che ne ha messo in serio pericolo la vita.

Molti non ne hanno mai sentito parlare, si tratta del Binge Eating Disorder (Bed), o disturbo da alimentazione incontrollata o da alimentazione compulsiva.

Chi ne è affetto ha un comportamento gioviale, allegro, e chi osserva dall’esterno scambia l’eccesso di peso per amore  per il buon cibo e non vede la sofferenza. In realtà il Bed è una malattia, riconosciuta solo dal 2013.

Platinette prima di decidere di cambiar vita
Platinette prima di decidere di cambiar vita (Instagram)

Non è da confondere con la  bulimia.

La bulimia è un disturbo del comportamento alimentare a causa del quale, chi ne è affetto, prova uno stimolo a mangiare qualsiasi cosa a prescindere dal senso di fame. È un continuo ingozzarsi, ma il bulimico mette in atto strategie compensative per non aumentare di peso (vomito auto indotto, massiccio uso di lassativi ed eccesso di attività fisica).

Leggi anche -> Joe Bastianich ha perso più di 20 chili: un dimagrimento incredibile | Ecco come sta oggi

Mauro era arrivato al punto di avere serie difficoltà di movimento.

La decisione di cambiare l’ha presa quando, scendendo da un treno, è caduto sui binari. Pesava 180 kg.

Il suo corpo era diventato più che un ostacolo, un vero pericolo.

Mauro oggi
Mauro oggi (Instagram)

Leggi anche -> Eva Grimaldi, il retroscena da brividi dopo anni: “Dipendente da alcol…

Si è sottoposto quindi ad un intervento di chirurgia bariatrica, che gli consentisse di riprendere il controllo della sua vita.

Ha anche cominciato a vedere uno psichiatra che lo aiutasse a sciogliere i nodi irrisolti della sua vita che lo avevano condotto a questa malattia.

Sa che il problema non è del tutto risolto, ma sa di poterlo controllare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here