Alessio Boni: “Mi manca il seno altrimenti allatterei” | Confessioni di un attore analogico

L’attore Alessio Boni, celebre per aver recitato nelle serie “La strada di casa” e “Il nome della rosa”, si è confessato nel corso di un’intervista.

Alessio Boni è un celebre attore, attivo nel mondo dello spettacolo dalla fine degli anni novanta e noto per aver recitato in serie come “La strada di casa” e “Il nome della rosa”.

Alessio Boni
Alessio Boni (web source)

Dopo essersi lanciato nel mondo del lavoro e aver svolto diversi mestieri (dal cameriere al pizzaiolo, fino al baby sitter) nel 1988 si è avvicinato al teatro e ha iniziato a posare per alcuni fotoromanzi.

La consacrazione come attore e la storia con Nina Verdelli

In poco tempo Boni è approdato sul piccolo e grande schermo. Nel 1990 ha debuttato come attore nel film “Il mago”. Ha raggiunto la notorietà nei primi anni del duemila, grazie al film “La meglio gioventù” nel quale ha recitato insieme ai suoi amici Luigi Lo Cascio e Fabrizio Gifuni.

La sua performance gli è valsa il Nastro d’argento come miglior attore protagonista nel 2004. Successivamente è entrato nel cast della miniserie “Cime tempestose” riscuotendo una grande popolarità.

Nel corso della sua carriera ha partecipato a diversi film e serie di successo. Tra questi possiamo elencare le pellicole “Guerra e pace” e “Maldamore” e le fiction “Tutti pazzi per amore” e “Walter chiari – Fino all’ultima risata”.

Da diverso tempo è legato sentimentalmente alla giornalista Nina Verdelli, figlia dell’ex direttore dei giornali La Gazzetta dello Sport e La Repubblica Carlo Verdelli e dell’ex direttrice di Donna Moderna Cipriana Dall’Oro.

I due sono diventati genitori per la prima volta nel 2020, con la nascita di Lorenzo. Mentre l’anno scorso è venuto alla luce il loro secondogenito, Riccardo. Non è passato molto tempo da quanto l’attore è diventato papà per la prima volta e, nel corso di un’intervista, si è confessato raccontando della sua infanzia e di come intende crescere i suoi figli.

La rivelazione dell’attore

Boni – da sempre impegnato nella lotta contro la violenza sulle donne con numerose campagne – ha spiegato di essere cresciuto in una famiglia matriarcale. Nonostante suo padre fosse sempre preso dal lavoro, infatti, era la madre a curare casa, famiglia e affari gestendo il loro negozio di piastrelle.

Proseguendo l’attore, nato negli anni sessanta, ha ricordato la sua infanzia in tempi “analogici”. “Aver conosciuto un mondo senza cellulare e senza computer ti marchia” ha affermato: aver passato una gioventù lontana da Internet ha contribuito a renderlo consapevole di quanto sia fortunato oggi.

Alessandro Boni (fonte web) 18.10.2022-newstv.it (1)
Alessio Boni insieme alla compagna Nina Verdelli e al loro primogenito (fonte web)

Parlando della sua famiglia, invece, ha spiegato di collaborare “in tutto” con la sua compagna Nina. “Mi manca il seno, altrimenti allatterei Lorenzo volentieri” ha dichiarato, dando un bel messaggio di parità per quanto riguarda la “divisione dei compiti” in casa.