La “profezia” di Matteo Bassetti: “..ecco cosa accadrà in primavera..” | La dichiarazione è forte

0
107

Matteo Bassetti, infettivologo diventato popolare in particolare con l’avvento della pandemia di Covid-19, si è recentemente espresso riguardo lo sviluppo di quest’ultima: secondo il ricercatore, tra qualche mese accadrà qualcosa.

Matteo Bassetti lavora come infettivologo e ricercatore ed è il direttore della Clinica Malattie Infettive Ospedale Policlinico San Martino di Genova. In questi ultimi anni ha raggiunto la notorietà per via dei suoi interventi in relazione alla pandemia di Covid-19.

Vaccino
(screenshot video)

Secondo il prof. Bassetti, tra qualche mese potremo finalmente considerare la pandemia come superata: niente più distanziamento e mascherine, in quanto si stima che la maggior parte dei cittadini sarà vaccinata.

Matteo Bassetti: in primavera si potrà fare a meno di distanziamento e mascherine

Matteo Bassetti è intervenuto nel corso della trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora”, condotta da Geppy Cucciari e Giorgio Lauro e in onda su Rai Radio1. I conduttori hanno domandato al professore quando riusciremo a superare la pandemia.

Bassetti
(screenshot video)

Leggi anche >> Iva Zanicchi devastata dal Covid, l’epidemia ha lasciato “segni” che non si potranno mai guarire

“Già in primavera, tra aprile-maggio 2022 ragionevolmente saremo fuori dalla pandemia” ha affermato Bassetti. Il professore ha proseguito spiegando che non saranno più necessari il distanziamento e le mascherine, in quanto “avremo il 95% di vaccinati”, in base alle stime.

Leggi anche >> Quando il “virus” non finisce mai | Il Long Covid è devastante: “ho la febbre da un anno!”

Bassetti ha ribadito quanto sia fondamentale vaccinarsi. Prendendo come esempio l’Ospedale Policlinico San Martino di Genova, presso il quale opera il ricercatore, in terapia intensiva 18 ricoverati su 19 sono No Vax. Secondo Bassetti, inoltre, non dovrebbe essere prevista la quarantena per le persone che si sono sottoposte a tre dosi di vaccino.

Leggi anche >> La febbre: vi siete mai chiesti cos’è veramente e perché ci viene? Quello che scoprirete vi stupirà

Infine, il professore si è espresso riguardo l’abolizione del bollettino quotidiano dei contagi, poiché genererebbe solamente allarmismi tra i cittadini. Mentre, parlando dei nuovi contagi, Bassetti ha affermato: “In Italia oggi ci sono il 10-15% di positivi, quindi circa dieci milioni di persone, ed entro la primavera più di un italiano su due sarà contagiato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here