Roberta Bruzzone come in Ghost Rider: adesso sì che la criminologa fa veramente paura

0
183

Roberta Bruzzone è famosa per essere una criminologa di grande successo, ma non tutti conoscono la sua vita nei minimi dettagli. Eccone uno che vi sorprenderà.

Roberta Bruzzone è nata a Finale Ligure l’1 luglio 1973, è una criminologa molto famosa dato che è apparsa spesso in televisione in qualità di opinionista. Ha avuto due relazioni molto importanti. La prima con Massimiliano Cristiano, con cui è stata sposata dal 2011 al 2015. La seconda, con il funzionario di polizia Massimo Marino; i due nel 2017 hanno convolato a nozze e tuttora sono felicemente sposati.

Roberta Bruzzone
Roberta Bruzzone (Web source)

Laureata in psicologia clinica all’università degli studi di Torino, è diventata nota soprattutto per le indagini sul delitto di Avetrana, quando le fu affidato il ruolo di consulente della difesa di Michele Misseri. In seguito testimoniò contro Misseri stesso, dichiarando che l’uomo durante un colloquio aveva accusato dell’omicidio la figlia Sabrina. Fu consulente anche di altri casi di cronaca nera.

POTREBBE INTERESSARTI>>> Joe Bastianich ha perso più di 20 chili: un dimagrimento incredibile | Ecco come sta oggi

Dal 2017 è opinionista di Ballando con le stelle. Oltre a ciò, comunque, pare essere una grande appassionata di motociclette; in particolare di un modello diventato leggenda molti anni fa – utilizzato in varie pellicole cinematografiche come Ghost Rider – ed ancora oggi amatissimo da milioni di appassionati e collezionisti delle due ruote.

Roberta Bruzzone, una passione sfrenata per le due ruote: il suo bolide

Roberta Bruzzone; una vita piena di soddisfazioni, una carriera piena di successi e qualche sfizio molto particolare.
È infatti la felice proprietaria di una Harley Davidson. In particolare una Harley Davidson 114 Fat Bob. Questa moto è personalizzata, il che ci dimostra che la famosa criminologa è una grande appassionata delle moto custom. Ha fatto installare alcuni componenti che fanno un grande effetto tecnico oltre che visivo, come gli scarichi. Ha fatto pure inserire una scritta sui lati delle linee del veicolo: RobRider.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Roberta Bruzzone (@rob_wildside)

POTREBBE INTERESSARTI>>> Matteo Bocelli, il figlio del grande Andrea è finito nel fango | In cerca della strada da seguire

Questi mezzi solitamente catturano l’attenzione per le loro dimensioni e la notevole potenza che il loro motore riesce a sprigionare in un istante. Senza dimenticare che questo mezzo permette di intraprendere lunghi viaggi. Magari Roberta Bruzzone ha pensato ad acquistarla proprio per “uscire dagli schemi” ogni tanto. E considerando il delicato ruolo che occupa, non sarebbe affatto una cattiva idea.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here