Tutti i nemici di Spiderman: lo Sciacallo | Quando l’amore diventa follia

Tutti i grandi nemici di Spiderman, una serie che continuiamo a portare avanti e che oggi ci farà parlare di uno dei villain più folli in assoluto. Proprio lo Sciacallo, totalmente divorato da sé stesso.

Difficile trovare un personaggio più psicologico, folle e attraente narrativamente parlando dello Sciacallo. Anche all’interno del mondo di Spiderman, dove i personaggi scritti bene non mancano di certo. Ma lo Sciacallo in particolare, o per meglio dire Miles Warren, è davvero ai limiti delle possibilità umane (e purtroppo, è andato spesso anche oltre).

Sciacallo
Sciacallo, uno dei nemici più temibil idi Spiderman (Web source)

Lo Sciacallo: da professor Warren a folle scienziato

Lo Sciacallo, apparso all’interno dei fumetti Marvel per la prima volta nel 1965, è stato per molto tempo un personaggio di contorno, a tratti irrilevante. Per poi, lentamente, trasformarsi in criminale e personaggio di rilievo a partire dal 1974. La sua identità non viene rivelata immediatamente, ma nonostante questo diventa presto uno dei volti chiave all’interno della lunghissima storia di Spiderman.

Inizialmente è un professore universitario di fisica di Peter Parker, grande pupillo dell’insegnante. Presto però cambiano le cose e Warren diventa lo Sciacallo. Non si pensi però che si tratti solo di un folle qualsiasi. Il villain in questione è forte, agile e dotato di unghie e zanne piene zeppe di veleno. I suoi esperimenti, totalmente segreti, sono legati alla clonazione umana.

Sciacallo, uno dei nemici più temibil idi Spiderman (Web source) 28 ottobre 2022 newstv.it
Sciacallo, uno dei nemici più temibil idi Spiderman (Web source)

E’ noto infatti che l’uomo era innamorato di Gwen Stacy, che in seguito morì per mano di Goblin. Proprio in quel momento l’uomo impazzì e divenne lo Sciacallo. Di contro, è intelligentissimo: un vero genio nei campi della biochimica, genetica e della clonazione. E’ pure abile nelle arti marziali e nella ginnastica. Insomma, tutto tranne che un nemico facile da battere.

Sciacallo: fino all’oblio della pazzia

L’obiettivo dei suoi esperimenti era quello di clonare sia Gwen che Peter Parker. Purtroppo, però, qualcosa finisce per andare storto; i cloni erano vere e proprie persone, e così uccise il suo assistente. Quasi subito l’uomo provò disgusto per quanto fatto e impazzì ancora di più.

Diede vita all’identità dello Sciacallo, un volto che dava la colpa ad altri per le sue azioni e ossessionato da Peter Parker (conosceva la sua vera identità). Le tentò tutte per portare alla pazzia anche il suo ex pupillo, fallendo, facendogli incontrare la “sua” Gwen. Alla fine, Warren morirà. E Con lui, lo Sciacallo e i suoi inquietanti cloni.

Le due verità dello Sciacallo e…di Spiderman

Due cose ci vengono insegnate dalle figure dello Sciacallo e di Spiderman, fortemente intrinseche fra loro. L’affascinante follia e l’accurata psicologia dell’ex Dottor Warren è davvero preziosa per i fumetti del passato e di oggi. Lasciate stare il clonaggio e tutto quel che ne consegue.

Lo Sciacallo e Peter Parker sono due diverse facce della stessa medaglia, unite dal grande dolore per la perdita di Gwen Stacy; il primo, pur non avendo alcun legame con la ragazza, inizia a perdere la testa dalla tragica morte della biondissima newyorkese. Allo stesso tempo, l’Uomo Ragno dopo la perdita della donna che amava – proprio come lo Sciacallo – perde momentaneamente la testa (quasi arriva ad assassinare il Green Goblin) e comunque non sarà mai più lo stesso.

Sciacallo, uno dei nemici più temibil idi Spiderman (Web source) 28 ottobre 2022 newstv.it
Sciacallo, uno dei nemici più temibil idi Spiderman (Web source)

Ogni azione ha una conseguenza, certamente, e dopo la scomparsa di Gwen niente è stato come prima. Per la Marvel e il settore della fumettistica in generale, per Parker e Warren. E per tutto ciò che è stato Spiderman successivamente.

Perché questo divide un uomo da un altro uomo e una donna da un’altra donna; siamo noi che scegliamo cosa essere, meglio o peggio che sia. Supereroi e supercriminali non esistono, certo che no. Ma l’essere umano sì, e se c’è qualcosa che l’universo ragnesco ci insegna è proprio quello di essere migliori, peggiori, ma soprattutto essere. Nel bene o nel male.