Happy Days: certe amicizie non finiscono mai | Parola di Fonzie

0
281

Anche chi non ha l’età per averlo visto in “prima visione” sa cos’è Happy Days. Una serie che è diventata un fenomeno culturale oltre che televisivo.

Heyyyyyyyy…. Ma vi ricordate Fonzie e Richie? Chi potrebbe dimenticarli. E anche se li avete conosciuti qualche anno dopo la loro originale messa in onda, poco importa, sarete dei fan per sempre.

Happy Days
Fonzie e Richie (Instagram)

Cos’era

Spiegare cos’era non è davvero facile, ma definirla semplicemente una serie TV non renderebbe l’idea. Il numero di fan che ha ancora adesso ad oltre cinquant’anni dalla sua creazione è davvero enorme. E’ stato un vero e proprio fenomeno di costume che è dilagato in tutto il mondo.

L’ideatore, Garry Marshall, ha portato in quella fiction il suo mondo di ragazzo, quello in cui era cresciuto: gli anni Cinquanta. Certo, tutto il contorno è un po’ edulcorato rispetto alla realtà, non si può pretendere di trovare in Happy Days verità storica. Del resto, non era quello che era richiesto. Nella sitcom veniva proposta la vita di una famiglia borghese di Milwaukee, i Cunningham. Oltre ai genitori, c’erano i figli Chuck, Richie e Joanie. Protagonista indiscusso è sicuramente Richie, con i suoi amici Ralph, Potsie e naturalmente Arthur Fonzarelli, Fonzie, il duro e playboy del gruppo.

Gli attori

Richie era interpretato da Ron Howard che sarebbe diventato in seguito uno dei più conosciuti registi di Hollywood, mentre il ruolo di Fonzie è stato interpretato da Henry Winkler. I due legarono sin da subito ed il loro rapporto è rimasto vivo nonostante il mezzo secolo passato dal primo episodio della sit-com.

La carriera di Winkler, dopo Fonzie, è proseguita con altrettanti successi e l’attore ha anche ottenuto diversi riconoscimenti nel corso degli anni.

Winkler e Howard
Ancora amici (web source)

Di recente, come ha rivelato il sito Entertainment Weekly, Winkler ha ricevuto un Emmy come migliore attore non protagonista per una serie brillante. In quell’occasione è tornato a parlare di Happy Days e del suo rapporto con Ron Howard. Ai reporter di EW, l’ex Fonzie ha affidato queste parole: “È come mio fratello”. Ha poi continuato affermando che Howard è un uomo dotato oltre che di grandi capacità professionali, anche di enorme saggezza e calore umano. Si è sentito legato a lui sin da subito, appena lo ha conosciuto. Ha ricordato di come Howard lo aiutasse quando era in difficoltà con la sceneggiatura e non riusciva a dare il giusto tono alle battute.

Un’amicizia che continua ad accompagnare i due uomini di spettacolo dal 1974 ad oggi. E ci sembra giusto concludere con una delle più “pregne” frasi di Fonzie: “E tu cosa dirai agli uomini del 21esimo secolo?………heeyy!!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here