Black Eyed Peas, la furia del Governo: un gesto in diretta tv non passa inosservato

Ai fan dei Black Eyed Peas non è di certo sfuggito il gesto della nota band. Quello che hanno fatto ha scatenato la furia di un intero Governo, ma di che cosa si tratta?

La rinomata band statunitense non smette mai di far parlare di sé. Ciò che è accaduto di recente ha lasciato tutti di stucco per un motivo ben preciso, sapete che cosa è successo?

Black Eyed Peas
Black Eyed Peas, il gesto non passa inosservato (newstv.it)

Quella dei Black Eyed Peas è senza ombra di dubbio una delle band più amate al mondo. Il rinomato gruppo a stelle e strisce vanta una fama che nel corso degli anni ha raggiunto anche gli angoli più remoti del globo. A dimostrarlo è il fatto che la nota band musicale è tra le più richieste in assoluto anche in Paesi nel continente europeo. Tra questi c’è la Polonia, che ha ospitato il celebre gruppo in uno dei programmi più famosi della televisione polacca. Proprio qui i membri del gruppo si sono resi protagonisti di un gesto che ha suscitato non poco sgomento. Ma che cosa hanno fatto?

Il gesto tanto criticato

Il celebre gruppo musicale americano è stato ospite a TVP. Il celebre canale televisivo polacco ha mandato in onda il tradizionale concerto di Capodanno, dove la band era tra gli ospiti più attesi. Una volta sul palco, i Black Eyed Peas si sono esibiti ma per l’occasione hanno deciso di sfoggiare sul braccio una bandiera arcobaleno. Il simbolo universale della comunità Lgbtq+ ha indignato non poco alcuni membri di spicco del Governo polacco, che hanno subito espresso apertamente il loro disaccordo nei confronti del gesto.

Black Eyed Peas
Black Eyed Peas, il gesto non passa inosservato (newstv.it)

A scatenare le polemiche sono state anche le parole del frontman della band, Will.I.Am. Dopo aver cantato Where Is The Love?, uno dei brani più famosi e amati del gruppo statunitense, il leader della band si è lasciato andare ad un discorso che non ha lasciato nessuno indifferente. Le parole del cantante sono subito diventate irali, rimbalzando da una parte all’altra del web. Dopo l’esecuzione del celebre brano, Will.I.Am ha sottolineato l’importanza della causa, asserendo come la pronuncia corretta del nome della sua band sia  “Peace” (che in inglese significa “pace”).

Il Governo polacco non ha preso bene il gesto della rinomata band, che si è espressa a favore dei diritti della comunità Lgbtq+, che in Polonia vive dei momenti davvero molto difficili a causa di discriminazioni e battaglie contro i diritti di queste persone. Da tempo ormai nel Paese europeo si lotta per invertire la rotta e la celebre band ha lanciato un importante messaggio a loro favore.

A causa della mentalità ancora molto conservatrice che permea il Paese, la comunità Lgbtq+ vive ancora dei momenti molto duri. Sebbene in Polonia l’omosessualità sia considerata legare, l’opinione comune non vede di buon occhio gli orientamenti sessuali che si allontanano dall’eterosessualità.

Articolo di Eleonora Di Vincenzo