John Travolta, amore senza respiro | Non lo lascia nemmeno dormire

0
231

Nella sua vita, tanti successi, ma anche tanta sofferenza. Non deve sorprendere, quindi, che l’attore necessiti di affetto

Capace di passare dai ruoli drammatici a quelli più divertenti e scanzonati. All’età di 68 anni, John Travolta è certamente uno degli attori più famosi al mondo, particolarmente amato anche in Italia. Tutti sono affezionati a John Travolta. Ma forse qualcuno esagera…

John Travolta
Un amore senza respiro (Instagram)

Troppo amore

D’altra parte, stiamo parlando di un vero e proprio mito, da oltre 40 anni ormai.E, infatti, John Travolta ha ottenuto fama internazionale con i film “La febbre del sabato sera” (1977), per il quale ha ricevuto una candidatura per l’Oscar al miglior attore, e “Grease” (1978). In entrambi i film ha dato un saggio delle sue capacità ballerine.

Nel 1995 si è aggiudicato il Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale per la sua interpretazione in “Get Shorty”. Ha ricevuto infine altre due candidature ai Golden Globe (oltre a quelli già citati) per i film “I colori della vittoria” (1998) e “Hairspray – Grasso è bello” (2007).

Ma non si contano i film di enorme successo di John Travolta, che ha avuto il privilegio di lavorare con alcuni dei registi più affermati del panorama hollywoodiano. Qualche titolo: “Blow out” di Brian De Palma (1981), “Nome in codice: Broken Arrow” di John Woo (1996), “La sottile linea rossa” di Terence Malick (1998), “Basic” di John McTiernan (2003), “Gotti – Il primo padrino” di Kevin Connolly (2018).

In campo televisivo, è noto per la sua interpretazione di Robert Shapiro nella serie antologica American “Crime Story” (2016), per la quale ha ottenuto il plauso della critica e una candidatura al Premio Emmy come migliore attore non protagonista.

Amore senza respiro

Nella sua vita, quindi, tanti successi, ma anche tanta sofferenza. Il 2 gennaio 2009, mentre è in vacanza con la famiglia alle Bahamas, il figlio sedicenne Jett muore per cause non ben precisate (forse un attacco cardiaco o una convulsione epilettica. La famiglia dichiara che Jett soffriva della sindrome di Kawasaki, una malattia che provoca l’infiammazione dei vasi sanguigni nei bambini e che, in forma grave, può causare seri problemi al cuore. Molti accusarono Travolta di non aver mai ammesso che il figlio fosse autistico.

Più recentemente, la scomparsa della moglie, l’attrice Kelly Preston. E’ il 12 luglio 2020 quando John Travolta annuncia la morte della moglie, Kelly Preston, avvenuta dopo una lunga battaglia, durata 2 anni, contro il cancro al seno, con una nota.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John Travolta (@johntravolta)

Queste tragedie, però, non hanno spento il suo sorriso, la sua tenerezza. Come notiamo nel breve video pubblicato dallo stesso attore tramite il proprio profilo Instagram. Sdraiato sul letto, viene quasi soffocato da un bellissimo cagnolino che vuole tante attenzioni e tanti baci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here