WhatsApp, più sei debole più diventa pericoloso | Una nuova droga

0
331

WhatsApp è l’applicazione di messaggistica più usata al mondo, con milioni di utenti. Nonostante la sua popolarità e la sua utilità, la piattaforma rischia di avere degli effetti dannosi per tantissime persone.

Creata nel 2009, WhatsApp è una delle applicazioni più utilizzate al mondo, oltre ad essere la piattaforma di messaggistica più popolare a livello internazionale. Nel 2014 è entrata a far parte del gruppo Meta e, nel corso degli anni, il numero di utenti è sempre aumentato.

Whatsapp
WhatsApp, più sei debole più diventa pericoloso

Sono tante le feature offerte dall’applicazione. Oltre a poter inviare messaggi di testo, immagini, audio, documenti e la propria posizione, su WhatsApp è possibile effettuare chiamate e videochiamate e creare gruppi o broadcast.

Quando WhatsApp crea dipendenza

La piattaforma è in costante aggiornamento per poter offrire funzionalità in grado di rendere unica l’esperienza degli utenti. Esistono diverse feature volte a rendere più sicuro l’utilizzo dell’applicazione, con una maggiore privacy per gli utenti, o che hanno lo scopo di facilitare l’interazione con gli altri contatti. Nonostante la sua utilità, WhatsApp può rischiare di avere degli effetti dannosi. In particolare per le nuove generazioni e le persone che fanno più fatica a rapportarsi agli altri.

Per chi è particolarmente timido o insicuro l’applicazione potrebbe essere d’aiuto. I ragazzi e le ragazze più introversi, infatti, potrebbero sentirsi più “protetti” e comunicare con gli altri con più facilità.

D’altro lato, però, tutto ciò potrebbe portare a una vera e propria dipendenza. Esistono persone che passano più di otto ore al giorno su WhatsApp. Questo abuso può essere legato al bisogno di avere un continuo contatto con l’altro e rischia di portare a un distaccamento dalla realtà.

Le persone che sviluppano una dipendenza verso la piattaforma passeranno buona parte della loro giornata attaccate al cellulare, tra un messaggio e l’altro. Un uso eccessivo del telefono ha diverse conseguenze negative per la nostra salute, sia fisica che mentale.

WhatsApp, i pericoli e le conseguenze sulla salute

Passare troppo tempo davanti al cellulare potrebbe provocare dolore agli occhi e danni alla vista. A livello psicologico, inoltre, potrebbe portare un individuo a perdere la sua capacità di interagire con le altre persone nella vita reale, finendo con il vivere in una condizione di alienazione.

L’utilizzo eccessivo del proprio cellulare provoca disturbi del sonno. Le conseguenze sono diverse: nervosismo, mancanza di concentrazione e scarso rendimento a scuola o al lavoro. Per molti giovani, inoltre, non ricevere messaggi o notifiche rischia di diventare fonte di insicurezza, ansia o addirittura depressione.

WhatsApp (fonte web) 14.10.2022-newstv.it (1)
Dipendenza da WhatsApp (fonte web)

Infine esiste il pericolo di ritrovarsi a chattare con persone interessate ad accedere a dati personali e privati. I ragazzi e le ragazze che, per esempio, creano gruppi numerosi in cui vengono aggiunte persone che non conoscono nemmeno corrono il rischio di essere contattati da malintenzionati o truffatori.

Non mancano i casi di bullismo che, con l’avvento di internet, ha trovato nuovi luoghi in cui prendere forma. Il cyberbullismo ha portato molti giovani a commettere atti pericolosi per se stessi, presi dalla disperazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here