Martini: il preferito di Karen di Will&Grace | Un classico senza tempo

0
123

Il Martini è uno dei drink più amati nel mondo, ma vi era noto che era uno dei più bevuti in Will&Grace?

Will e Grace
Will & Grace (web source)

Amiamo le serie tv e i loro personaggi. Li seguiamo, ci affezioniamo, ricordiamo le battute. Dopo un po’ si finisce per prenderne anche abitudini, movenze. Ma se siete fan di Will & Grace e non avete mai provato un Martini, beh è il caso di farlo.

Will&Grace

La sit-com è stata prodotta dalla rete televisiva NBC per undici stagioni e ben 246 episodi. Innovativa a partire dalla tematica, nel corso degli anni ha fatto incetta di premi. È stata la prima serie a trattare tematiche apertamente gay, ma prive dei soliti stereotipi.

Tutta la vicenda si svolge nella Grande Mela, New York, per la precisione a Manhattan, nell’Upper West Side. Protagonisti della serie sono Will Truman, un avvocato gay, e Grace Adler, sua amica e coinquilina, che lavora come arredatrice. Non da meno sono gli altri personaggi che “condiscono” le vicende dei due amici; ci sono Jack McFarland, disoccupato e gay e Karen Walker, l’assistente, molto particolare, di Grace. Will e Grace vivono nello stesso appartamento, il 9C.

Karen

Karen, l’assistente di Grace, ha ben quattro matrimoni alle spalle, e ha lasciato una posizione economica invidiabile. Pare che il personaggio non sia il frutto della fantasia degli sceneggiatori, ma si ispiri ad una persona in carne e ossa, la designer decorator Mary McDonald.

Quello che prima di tutto si nota di Karen, oltre al cinismo ed alla ricchezza, è la sua voce decisamente acuta. La sua condizione economica le consente di vestire abiti di altissimo pregio ed avere come hobby lo shopping. Pur di non restare a casa ad occuparsi dei figli, accetta di lavorare come assistente personale di Grace.

Non si può definire Karen impiegata dell’anno. Al lavoro fa poco e nulla, a parte bere, leggere riviste patinate, o magari sistemarsi le unghie. Bere appunto, che non è il suo solo vizio. Il primato se lo contendono alcol e psicofarmaci.

Ma pur senza arrivare agli eccessi di Karen, un buon Martini per tirarsi su il morale, di tanto in tanto si può fare.

Martini

Leggenda vuole che l’ideatore sia stato un barista di origine italiana a New York, di nome Martini appunto, che lo servì per la prima volta a un tale J.D. Rockfeller.

Martini
Karen e il suo Martini (web source)

Ma come si prepara un Martini? Presto detto. Gli ingredienti sono: 6 cl di gin, 1 cl di vermut, scorza di limone e ghiaccio.

Raffreddate il classico bicchiere da Martini. Nel mixing glass mettete il ghiaccio e a seguire il vermut e poi il gin. Versate filtrando con lo strainer e strizzate la buccia di limone. Se vi piacciono le olive mettetele pure, ma denocciolate magari. Non è chic sputare il nocciolo, tantomeno cercare un posto dove metterlo senza esser visti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here