Se avete queste app installate sul vostro smartphone, fareste bene a disinstallarle subito | Vi rubano tutto

0
226

I nostri smartphone custodiscono segreti, sia di natura personale, che professionale. I cyber criminali spesso riescono ad entrare in possesso di informazioni vitali

malware
I malware attaccano il tuo cellulare (web source)

Nel primo semestre del 2022, l’Italia registra un boom di fenomeni di minacce informatiche superiore all’intero anno 2021. 1.572 tra attacchi, incidenti e violazioni della privacy in soli sei mesi. A fronte dei 1.356 casi complessivi dello scorso anno. In particolare, vi consigliamo vivamente di cancellare queste applicazioni dal vostro smartphone. In caso contrario, potrebbero causarvi danni incalcolabili.

I nuovi indici di calcolo evidenziano nel Mezzogiorno una carenza di consapevolezza sui danni che può provocare una inefficace gestione della cybersecurity anche negli ecosistemi individuali, che risultano quelli più a rischio (come telecamere di video sorveglianza, stampanti, fino agli stessi programmi antivirus). Il cybercrime si conferma, anche nel secondo trimestre dell’anno, la motivazione che ha spinto maggiormente gli attaccanti informatici a colpire sul territorio italiano. Al secondo posto il cyber warfare (guerra cibernetica) con 118 fenomeni, quintuplicati rispetto allo scorso trimestre (22) a causa del protrarsi del conflitto Russia-Ucraina. Con conseguente incremento di attacchi a infrastrutture critiche.

Nella classifica dei settori più colpiti, il Finance si conferma quello privilegiato dai cyber-attaccanti, con un aumento del 14% (326 casi) rispetto ai primi tre mesi del 2022, rappresentando il 43% del totale degli attacchi, pari a 763.

A notevole distanza, segue il settore Software/Hardware, in particolare società ICT, di servizi digitali, piattaforme di e-commerce, dispositivi e sistemi operativi, che principalmente subiscono il furto di dati, come credenziali di accesso o informazioni sensibili, con un +40% dei casi (130) rispetto al trimestre precedente, e il 17% degli attacchi totali.

Le app da disinstallare

I nostri smartphone, peraltro, custodiscono segreti, sia di natura personale, che professionale. I cyber criminali spesso riescono ad entrare in possesso di informazioni aziendali sensibili e diffonderle all’interno della rete.

Il nostro Paese, quindi, si dimostra non all’avanguardia sotto il profilo delle politiche di sicurezza. E anche gli utenti e i cittadini sembrano avere una consapevolezza molto bassa. In particolare, se avete un telefono Android, vi consigliamo di disinstallare immediatamente queste applicazioni.

Quindi cancellate subito dal vostro smartphone: Simple Note Scanner – com.wuwan.pdfscan, Universal PDF Scanner – com.unpdf.scan.read.docscanuniver, Blood Pressure Checker – com.bloodpressurechecker.tangjiang, Mini PDF Scanner – com.mnscan.minipdf, Magic Photo Editor – com.amagiczy.photo.editor, Wow Translator – com.imgtop.camtranslator, Camera Translator – com.haixgoback.outsidetext.languagecameratransla, Timestamp Camera – allready.taken.photobeauty.camera.timestamp.

Malware (web source) 23.7.2022 newstv 2
Malware (web source)

I malware consentono di rubare informazioni sensibili come SMS, elenco dei contatti della vittima, ma anche di iscrivere i numeri di cellulare a servizi premium a pagamento rubando non poco denaro dal credito residuo. Fortunatamente queste app sono state rimosse dal play store.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here