Vi piace la taglia XS? Una regione italiana vi farà felici | I risultati della ricerca

0
223

L’Italia è un paese geograficamente singolare. Stretta e lunga, la penisola cambia moltissimo nell’aspetto del paesaggio. Ma che altre caratteristiche morfologiche dipendano dalla regione di appartenenza non era finora un dato noto…

La nostra penisola ci incanta per la varietà di ambienti e paesaggi. Dalle alte montagne, le Alpi, fino a spiagge di tutte le fogge e climi molto più caldi. Le tradizioni cambiano a seconda delle regioni, così come la cucina, cosa che lascia di stucco i turisti stranieri, colpiti dalla varietà incastonata in un territorio, tutto sommato, non così esteso.

dimensioni
Le dimensioni contano? (web source)

Un Paese tutto da scoprire

L’Italia conta 301.338 chilometri quadrati ricchi di laghi, colline, pianure e con fauna e flora irresistibili. Abbiamo una storia ed un patrimonio artistico che tutto il mondo ci invidia. In Italia ci sono più siti certificati dall’UNESCO che in qualsiasi altra parte al mondo.

La latitudine entro il quale si estende il nostro territorio è responsabile in buona parte della sua estrema varietà. Le diverse popolazioni si sono evolute in modo diverso anche in relazione alla storia che hanno vissuto e alle diverse dominazioni. Che poi, tutti questi fattori, siano arrivati ad incidere anche in aspetti molto più “personali” è un fatto che si è scoperto solo di recente.

Una “morfologia” importante

C’è una regione italiana che è balzata agli onori delle cronache per il suo aspetto “fisico e morfologico”. Si tratta del Piemonte. Nobile regione, ricca di paesaggi incantevoli, alte montagne, vini strepitosi, sede della prima capitale del regno d’Italia. Ma non è di questo che si parla, bensì dell’aspetto di altre parti del “territorio” dei piemontesi: quelle intime.

Seduzione
Bisognerà informarsi sulla regione di provenienza (web source)

Ebbene sì, un sito di incontri ha condotto di recente uno studio al fine di redigere una statistica sulle dimensioni del pene degli italiani. Ora, per quanto lo studio sia decisamente empirico, in quanto basato sulle dichiarazioni spontanee degli intervistati, è stato in grado di fornire delle indicazioni interessanti. Le regioni italiane che detengono il primato in relazioni all’estensione massima del pene sono: il Lazio, la Campania, la Calabria, la Sicilia, il Molise e l’Umbria, con un range compreso tra i 20,2 cm e i 19,1. A questa rosa di privilegiati seguono: la Sardegna, la Puglia e la Lombardia, con un centimetraggio tra i 19 e i 17,4. Tra le regioni fanalino di coda ci sono, ahi loro, l’Abruzzo, le Marche, il Friuli-Venezia Giulia, ed il Piemonte con una media di 14,1 cm.

Ovvio che non si tratta di una ricerca definitiva e poi, come sempre si dice, non contano le dimensioni, ma come si usa…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here