Ferrari: new entry di prestigio ai box | La riscossa dopo la disfatta

0
137

Dopo un inizio di stagione incoraggiante, la Rossa di Maranello annaspa. Ma noi speriamo che questo innesto possa sovvertire gli equilibri…

Non è di certo un buon momento per le Ferrari in Formula 1. Dopo un avvio di stagione molto incoraggiante, che aveva fatto sperare al ritorno dei fasti di un tempo, le cose sono peggiorate sensibilmente nelle ultime settimane. Ma adesso arrivano i rinforzi…

Ferrari
Ferrari sfortunata (web source)

Le prime gare della nuova stagione avevano lasciato presagire un campionato forse non dominato, ma di certo di primissimo livello per le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz. Non tutto è perduto, ovviamente. Ma le ultime gare hanno segnato un brusco ritorno alla realtà per il Cavallino Rampante, penalizzato, soprattutto, dagli errori ai box e dai guasti tecnici.

Inconvenienti che hanno spazientito non poco Leclerc, che invece fiutava di poter seguire le orme di campioni come Michael Schumacher, che in Ferrari hanno lasciato il segno. E invece Max Verstappen, al momento, sta avendo una continuità sicuramente maggiore nei risultati. Ora la Ferrari è alla ricerca del riscatto nel Gran Premio del Canada, a una settimana dal doppio ritiro di Leclerc e Sainz a Baku.

A Montreal la Rossa spera di interrompere il ciclo di vittorie consecutive delle Red Bull (quattro di Verstappen e una di Perez). Ma al momento le due vetture Red Bull risultano le favorite nel Gran Premio canadese: le quote dei bookmakers danno la vittoria di Verstappen a 1,70 e quello di di Perez a 3,50. La Ferrari è subito dietro con Leclerc: il suo trionfo si gioca a 4,50. Quello di Sainz invece è dato a 15. La Rossa è ancora prima nelle quote per la pole position, per cui Leclerc è dato a 1,65, mentre Perez e Verstappen a 3,75. Ma l’olandese resta favorito per il titolo mondiale: una sua vittoria è data a 1,35, mentre dopo Baku le quote di Leclerc sono salite da 2,25 a 3,25. Ma noi speriamo che questo innesto possa sovvertire gli equilibri…

Innesto d’eccezione

In realtà, purtroppo, i problemi per la Rossa di Maranello sono iniziati proprio dal Gran Premio di Montecarlo. Quello a cui Charles Leclerc teneva maggiormente, essendo monegasco. Lì, infatti, era presente un ospite d’eccezione, che nel Principato di Monaco ha la residenza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ezio Greggio (@ezio_greggio)

“E’ lui o non è lui?”. Certo che è lui! Stiamo parlando del grande Ezio Greggio. Appena 68enne, il nome di Ezio Greggio è legato indissolubilmente a “Striscia la notizia”. Ha condotto fin dalla prima edizione il telegiornale satirico ideato da Antonio Ricci, di cui è il volto più rappresentativo insieme ad Enzo Iacchetti.

Per lui una carriera che va ben oltre la conduzione di “Striscia la notizia”. Per lui, infatti, anche diverse apparizioni in commedie italiane assai esilaranti. Qualche titolo: “Occhio alla perestrojka”, regia di Castellano e Pipolo (1990), “Infelici e contenti”, regia di Neri Parenti (1992), “Selvaggi”, regia di Carlo Vanzina (1995), “Dracula morto e contento”, regia di Mel Brooks (1995) e, recentemente, “Lockdown all’italiana”, regia di Enrico Vanzina (2020). Per lui anche esperienze registiche, con la più iconica rappresentata dall’esordio del 1994, “Il silenzio dei prosciutti”.

Risiede nel principato di Monaco, dove organizza il Monte-Carlo Film Festival de la Comédie. È fondatore e animatore di un’associazione impegnata in favore dei neonati prematuri, l’«Associazione Ezio Greggio», attiva dal 1995 nell’assistenza pediatrica. E proprio nell’ambito del Gran Premio di Monaco, Ezio Greggio è stato avvistato in zona paddock “a fare il pieno”. Certo, la gara poi è andata come è andata…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here