Ficarra e Picone: il rischio di non vederli più | La “disfatta” di un conduttore

0
208

Il duo comico negli anni è cresciuto professionalmente fino a raggiungere traguardi inaspettati. Ma l’imprevisto è sempre in agguato.

Il duo composto dai due comici siciliani, da anni, è uscito dallo stretto recinto del cabaret per proiettarsi verso il cinema e la conduzione con grandissimo successo di pubblico.

Ficarra e Picone (web source)
Ficarra e Picone (web source)

Purtroppo, questo non li han esentati da qualche “incidente” …

Da Palermo con furore

Salvo Ficarra e Valentino Picone si sono conosciuti a Taormina dove Ficarra era animatore turistico in un villaggio e Picone era in vacanza, mentre artisticamente nascono agli inizi degli anni Novanta. Solo nel 1999 arriva la loro prima occasione importante: si tratta della trasmissione GNU su Raitre.

Acquistano maggiore visibilità grazie ad un vero e proprio cult televisivo degli anni 2000, L’ottavo nano, condotto da Serena Dandini e che vedeva giganteggiare al suo interno Corrado Guzzanti e la sua galleria di personaggi. Ma è Zelig che consacrerà il duo come personaggi di spicco della scena televisiva italiana. Girano l’Italia con i loro spettacoli teatrali e cominciano a scrivere film di cui sono anche interpreti. La loro prima opera cinematografica è Nati stanchi a cui seguono Il 7 e l’8 (candidato ai David di Donatello), Andiamo a quel paese, L’ora legale e Il primo Natale. Quest’ultimo film sarà candidato a cinque nastri d’argento e vincerà il David di Donatello dello spettatore per il maggior incasso della stagione.

Del resto, al botteghino, il duo è sempre andato molto bene. Apprezzati anche da registi di fama, prendono parte a Baaria di Giuseppe Tornatore e a Femmine contro maschi di Fausto Brizzi. Inutile dire però che il grande pubblico li ammira e li conosce anche per la loro conduzione del TG satirico più famoso e longevo d’Italia, Striscia la notizia. Qui approdarono per la prima volta dietro al bancone nel 2005, quando veline erano Melissa Satta e Thais Souza Wiggers.

L’inciampo

Ed è proprio durante la conduzione del TG satirico, qualche anno fa, precisamente nel 2020, che il Ficarra si è presentato in studio con le stampelle e con un piede visibilmente ingessato. Inutile dire che il pubblico è andato nel panico, anche perché il comico ha preso la palla al balzo per una boutade, millantando un suo comportamento eroico nel corso di una rapina. Ovviamente nulla di tutto ciò era successo.

Ficarra
Ficarra con le stampelle (web source)

Molto meno nobile la causa dell’infortunio. Stava semplicemente giocando a pallone con gli amici e stava perdendo 12 a 0 quando si è infortunato. Era appena il primo tempo… Stoicamente, nonostante ciò, ha comunque voluto essere presente alla conduzione del programma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here