Tv digitale, il problema dei canali che si vedono “a scacchi” | Il trucco per risolverlo è in un’app che usi sempre

0
1493

Oggi vi daremo qualche dritta su come direzionale l’antenna in base alla vostra collocazione geografica. Non è così difficile

Lo switch off al digitale terrestre sta facendo discutere molto. Anche a causa dell’enorme digital divide riguardante Nord e Sud e anziani e giovani, non sono pochi gli italiani che stanno avendo problemi per la ricezione del segnale. Oggi vi daremo un consiglio che pensiamo possa esservi molto utile.

Pixel
Vedi anche tu così? (web source)

La data ufficiale del lancio del nuovo standard è prevista per gennaio 2023, data in cui avverrà lo switch-off. Il piano italiano prevede 3 fasi. La prima fase è iniziata a partire dal 15 ottobre 2021 con il graduale abbandono, su base volontaria, da parte dei canali televisivi della codifica video basata su std MPEG-2 a favore dell’MPEG-4. Ma sono questi che stiamo vivendo i mesi più “caldi”, dove in tanti stanno avendo problemi con la risintonizzazione.

Oggi vi daremo qualche dritta su come direzionale l’antenna in base alla vostra collocazione geografica, in modo da avere un segnale ottimale e non patire i problemi che stanno affliggendo molti italiani. Su internet, per esempio, dovreste trovare alcuni siti che vi forniscono la lista dei ripetitori presenti nelle vicinanze della vostra abitazione.

Basterà inserire regione e provincia e dovreste accedere a una mappa o una tabella, dove troverete il nome dell’operatore, la zona, il comune, la posizione del ripetitore che vi permetterà di agganciare il segnale. Ma c’è uno strumento che usiamo ogni giorno che può semplificarvi ulteriormente la vita.

Occhio alla mappa!

Una volta individuati i dati che più si incollano bene alla zona dove abitiamo bisognerà memorizzare le informazioni sulla posizione precisa. I dati e i numeri da tenere d’occhio sono latitudine e longitudine. A quel punto, come novelli Cristoforo Colombo, le coordinate andranno inserite sulla mappa. Che, nel nostro caso, fortunatamente, è digitale.

Google maps (web source) 19.5.2022 newstv
Google maps (web source)

E si chiama Google Maps. Ve l’avevamo detto che si tratta di una applicazione che, praticamente, ormai utilizziamo ogni giorno. I dati andranno inseriti nell’apposito campo di ricerca, dividendoli con una virgola (latitudine, longitudine). Cliccando poi sul tasto cerca, Google Maps inserirà un segnaposto del ripetitore.

Un suggerimento che ci sentiamo di darvi è quello di stampare la mappa, tenendo presente che la mappa di Google è orientata verso Nord. E poi si dovranno fare le verifiche se ad esempio il ripetitore è risultato essere a 90° a nord oppure a est, bisognerà puntare l’antenna verso tale direzione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here