Silvester Stallone, “spiezzato” in due | Alla fine è finito KO

0
367

Toglietevi dalla mente il mito dello Stallone italiano invincibile: c’è chi è stato capace di metterlo KO: ecco la foto

Un brusco ritorno alla realtà per chi, in forza dei film in cui interpreta sempre un duro, lo considera invincibile. Questa volta Sylvester Stallone è finito al tappeto. Ha trovato qualcuno più forte di lui.

Sylvester Stallone (web source) 18.5.2022 newstv
Sylvester Stallone (web source)

Per qualcuno sarà sempre Rocky. Per altri, invece, è Rambo. Oppure, per i più giovani, Barney Ross de “I Mercenari”. Ma per tutti è, indiscutibilmente un mito di Hollywood.

Non solo le epopee di Rocky e Rambo. O, quella, più recente, de “I Mercenari”. Sylvester Stallone è uno degli attori più longevi e apprezzati del panorama hollywoodiano. A luglio compirà 76 anni, ma non molla di un centimetro. E da tempo è lanciato anche nella carriera da regista.

Soprannominato “Sly”, oltre alle tre saghe, alcuni suoi film cult sono “Cobra”, “Lo specialista”, “Sorvegliato speciale”, “Tango & Cash” e “Fuga per la vittoria”, dove recita al fianco di miti calcistici come Pelè.

Il suo nome è presente tra le celebrità della nota Hollywood Walk of Fame di Los Angeles dal 14 giugno 1984. Una vita di grandi successi, ma anche di dolori. Quello più grande, la morte del figlio Sage, nel 2012.

Sylvester Stallone al tappeto

Lega il proprio volto ad alcune scene leggendarie della storia del cinema. E’ un cult la sua corsa in auto sulle note di “No easy way out” in Rocky IV, dopo la morte dell’amico/rivale Apollo Creed. Ma, ancor prima, la sua corsa per le strade di Philadelphia e l’urlo “Adriana!”.

Sylvester Stallone messo KO (Instagram) 18.5.2022 newstv
Sylvester Stallone messo KO (Instagram)

Ed è, evidentemente, un cult la frase di Ivan Drago in Rocky IV, resa con il doppiaggio italiano in “Ti spiezzo in due”. Proprio per quel film, Stallone detiene un record, per aver ideato e partecipato al “film sportivo che ha incassato di più nella storia del cinema”  Ebbene, quella volta fu Rocky a primeggiare (sappiamo che con questo tipo di film possiamo fare spoiler), ma, questa volta, il nostro Sly ha trovato qualcuno nettamente più forte di lui.

E abbiamo la documentazione fotografica per poterlo affermare. Dalla foto che vi proponiamo, notiamo che lo Stallone italiano è stato definitivamente e inequivocabilmente messo al tappeto. E vi sorprenderà sapere che è stato lo stesso attore statunitense a pubblicare lo scatto tramite il proprio seguitissimo profilo Instagram. Qui vediamo Stallone sdraiato per terra, messo KO dal suo bellissimo cagnolino. Un batuffolo di pelo cui il grande attore non ha potuto resistere. Altro che Ivan Drago!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here