Apple, Microsoft, Google, finalmente insieme | Era l’annuncio che il mondo aspettava

0
465

Negli scorsi giorni, le aziende Apple, Microsoft e Google hanno condiviso un annuncio rivoluzionario: presto le password non saranno più necessarie.

L’annuncio è stato condiviso dalle aziende più importanti del settore: Apple, Microsoft e Google. I Big Three della tecnologia a livello mondiale si sono uniti con un obiettivo comune. Ovvero sviluppare l’accesso sulle loro piattaforme senza l’utilizzo di una parola chiave.

Apple, Microsoft, Google | Web Source
Apple, Microsoft, Google | Web Source

Il comunicato è stata diffuso lo scorso 5 maggio, in occasione della Giornata Mondiale delle Password, nata con lo scopo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza delle password, nella direzione di una società sempre più informatizzata, in cui gli utenti siano in grado di proteggersi dagli hacker.

Un futuro senza password

Grazie a questa alleanza, sarà possibile effettuare login sui propri dispositivi Android e iOS, oppure sui browser di Edge, Chrome e Savari senza dover inserire password.

Kurt Knight, il direttore senior del marketing dei prodotti Apple, ha spiegato che oltre a progettare prodotti “intuitivi e capaci”, per l’azienda sono molto importanti la privacy e la sicurezza.

Proseguendo ha affermato che “lavorare con gli altri player del settore per creare nuovi metodi di accesso più sicuri”, in grado di eliminare “le vulnerabilità delle password” rappresenta un passo decisivo.

Utilizzando le password, infatti, si è più esposti agli attacchi da parte degli hacker, che riescono a trovare sempre nuovi stratagemmi per accedere alle informazioni d’accesso degli utenti.

La FIDO Alliance

Il progetto trova il supporto della FIDO Alliance, che ha proprio l’obiettivo di rimuovere l’uso delle password. Fondata nel 2013 da parte di alcune aziende impegnate nello stesso settore, ha cominciato ad acquisire notorietà a partire dal 2016, anno in cui sono entrati a far parte dell’alleanza diversi Big. Tra questi, oltre a Google e Microsoft, spiccano Amazon, Intel, Arm e Qualcomm. Apple è stata l’ultima ad entrare nel consorzio ed ha aspettato fino al 2020.

L’acronimo FIDO sta per Fast IDentity Online. Si tratta di “uno standard, come il Bluetooth o il Wi-Fi” come spiegato sul portale online. L’alleanza intende utilizzare i sistemi di autenticazione che, da diverso tempo, ci permettono di sbloccare gli smartphone, i tablet o i PC con l’impronta digitale o il riconoscimento del nostro viso. Tali sistemi sono già compatibili con FIDO.

Riconoscimento facciale (fonte web) 09.05.2022-newstv.it
Riconoscimento facciale (fonte web)

In Italia – ed in altri Paesi – i sistemi di autenticazione con FIDO non sono ancora diffusi ma la speranza è che un giorno, in ogni parte del mondo, le password diventeranno un ricordo del passato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here