Chiamate silenziose, il rischio c’è ma si può bloccare | Ecco la app che ti mette al sicuro

0
615

Le chiamate silenziose sono il risultato di una sofisticata strategia dei call center. Ma è necessario sapere cosa può accadere in questi casi. A molti non farà affatto sorridere.

Magari non tutte le persone del mondo, ma in tantissimi utilizzano un secondo telefono. Per avere una connessione internet da utilizzare quando siamo fuori collegandoci con il primo telefono, oppure per mandare qualche messaggio. Ciò ha molti pro, ed anche qualche contro.

Android (Web source) 7 maggio 2022 newstv.it
Android, fai attenzione: ne va della tua sicurezza (Web source)

Se utilizzate SIM e dispositivi secondari, solo ed esclusivamente per i dati mobili legati alla connessione internet, infatti non è impossibile che abbiate avuto a che fare con le chiamate “mute”, che a quanto pare sembra riescano a raggiungere tanto i telefoni primari quanto quelli secondari.

Chiamate silenziose: cosa sono e perché non parla nessuno

Chiamate silenziose, tutto “merito” dei call center. Quest’ultimi sfruttano sistemi autorizzati per velocizzare le loro pratiche commerciali, generando un maggior numero di chiamate rispetto a quante sono in grado di gestire davvero.

Non sentiamo nulla, quindi, perché semplicemente l’operatore non ha fatto in tempo a terminare la chiamata precedente per dedicarsi alla nostra. Questo metodo viene sfruttato per permettere agli operatori di continuare a lavorare ininterrottamente avendo così sempre una chiamata attiva a cui passare.

E perché le chiamate cadono quasi subito? Nel 2014, è stato stabilito che ci deve essere un’interruzione dopo tre secondi dalla risposta dell’utente, se non vi è replica. Inoltre, i call center non possono effettuare più di tre chiamate mute ogni cento effettuate, e neanche richiamare una persona per almeno cinque giorni dall’ultima volta.

Come bloccare le chiamate “mute” su Android: cosa non sai

Considerando tale problematica, è legittimo voler bloccare tutte le chiamate in entrata su un dispositivo Android. Ed in tal senso, esiste un’applicazione che permette di fare ciò senza alcuna difficoltà. Si chiama Calls Blacklist, ed è disponibile sul Play Store di Google.

E’ stata già installata da oltre dieci milioni di persone. Ma come funziona? Molto semplicemente, una volta avviata l’applicazione vi basterà premere sull’icona dei tre puntini collocata in alto a destra, toccare “Impostazioni”, selezionare l’opzione di blocco ed arrivare a “Tutte le chiamate” – ma anche “Numeri privati” e “Numeri sconosciuti”.

Android (Web source) 7 maggio 2022 newstv.it
Android, fai attenzione alle chiamate “silenziose” (Web source)

Un modo davvero molto efficace, che permette di bloccare tutti questi numeri. In più, si potranno vedere le chiamate ricevute direttamente nel registro dell’app in questione.

In ogni caso, se volete adottare una soluzione decisamente meno pesante, magari bloccando le chiamate in entrata da numeri non presenti in rubrica, potete farlo sfruttando le altre opzioni fornite dall’app a seconda delle vostre esigenze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here