Quella stanchezza che ti assale e non sai spiegare … | Affidati alla natura

0
168

Ci sono diverse tipi di stanchezza. Ad esempio, con la primavera l’organismo fatica ad adattarsi al cambiamento del clima. A volte, si tratta di stress o carenze vitaminiche. Come riconoscere i sintomi.

Dalla stanchezza di Primavera a quella fisica e mentale. Il corpo esprime un malessere attraverso alcuni sintomi da non sottovalutare. Una condizione che disorienta, porta a sbalzi d’umore, provoca una sensazione di pesantezza, ansia o nervosismo.

Stanco
Quella stanchezza che ti assale e non sai spiegare … (web source)

La prima cosa è capire le cause di questa spossatezza. Alcuni rimedi naturali possono contribuire a far reagire il nostro organismo in base all’origine di questo malessere psicofisico.

Come riconoscere la stanchezza

La stanchezza di primavera– La stanchezza di primavera è una condizione naturale del nostro organismo che fatica ad adattarsi al nuovo ciclo della natura. Il cambiamento del clima, l’allungamento delle giornate sono alcuni dei fattori che provocano alcuni disturbi passeggeri che si ripercuotono sullo svolgimento delle attività quotidiane. Le carenze nutrizionali con una una dieta poco equilibrata influiscono su questo male di stagione.

I sintomi più comuni sono: stanchezza, sonnolenza, sbalzi d’umore come nervosismo o depressione, insonnia, perdita della concentrazione e mancanza di forze.

Stress e stanchezza mentale– Anche lo stress può provocare una condizione di affaticamento dell’organismo. Troppi impegni, doveri e responsabilità si ripercuotano a livello psicofisico. Il corpo reagisce lanciando alcuni segnali e manifestandosi con comportamenti sbagliati. I sintomi sono insoddisfazione, sonnolenza, ansia, noia, senso di irritabilità e confusione, difficoltà a rimanere svegli o ad addormentarsi, difficoltà a memorizzare, vuoti di memoria, difficoltà di concentrazione, sensazione di appesantimento e diminuzione della forza fisica.

Stanchezza fisica– La stanchezza fisica si palesa con una diminuzione della forza muscolare, prova astenia ovvero debolezza, affaticamento, scarsa reazione agli stimoli e sonnolenza. Deriva da uno stile di vita irregolare, da una dieta poco bilanciata, sonno insufficiente ma anche dalle condizione climatiche soprattutto il caldo, l’umidità che provocano perdita di sali minerali.

Rimedi naturali per combattere la stanchezza

Una volta individuata l’origine della stanchezza si possono integrare alcuni rimedi naturali per aiutare l’organismo a recuperare le sue condizioni.

E’ possibile iniziare a cambiare l’alimentazione evitando cibi troppo elaborati, prediligendo pasti leggeri con alimenti ricchi di vitamine, sali minerali o fibre che regolano anche il transito intestinale.

Optare per pane, pasta e creali integrali, integrare merende o colazione con alimenti quali mandorle o sesamo che contengono magnesio. Mangiare molta frutta e bere oltre un litro di acqua per eliminare le tossine accumulate nel periodo invernale.

Evitare di mangiare frettolosamente, ridurre il consumo di caffè, tè o alcool. Se possibile, riprende un po’ di attività fisica che aiuta a fortificare il corpo.

stanchezza
Senso di affaticamento

Rimedi contro la stanchezza di Primavera

Questo tipo di stanchezza richiede un riequilibrio dell’organismo attraverso integratori alimentari e vitamine che aiutano alla ripresa. Tra questi è consigliata l’assunzione di: oligoelementi, magnesio, vitamine del gruppo B (B1, B2, B5, B6, B12), pappa reale, aminoacidi, estratti vegetali, probiotici.
Ad esempio, è possibile fare delle infusioni di menta che aiuta nei disturbi gastrointestinali e a ridurre il mal di testa, con effetti benefici contro l’insonnia o il nervosismo. L’avena è un ottimo cerale ricco di Omega6, di acido folico, di minerali come potassio e zinco, vitamina A, B1, E. Inoltre contiene il triptofano, sostanza che contribuisce ad aumentare i livelli di serotonina e melatonina.

Integrare gli agrumi, kiwi e fragole, ma anche broccoli e pomodori ricchi di vitamina C che stimola le difese immunitarie, aiutando l’organismo a prevenire problemi che possono insorgere con gli sbalzi di temperatura.

Anche la rosa canina è ricchissima di vitamina C. Si può assumere sia come infuso che sotto forma di compresse o come olio essenziale. Nel caso di bacche si devono lasciare macerare con dei frutti di bosco in un litro di acqua bollente per almeno una decina di minuti. Dopo avere filtrato il composto, bere la tisana.

Tra gli energizzanti naturali, il più noto è il ginseng. Un ottimo rimedio contro la stanchezza che può essere assunto come decotto o come infuso.

Rimedi contro la stanchezza da stress

Per quanto riguarda lo stress ci sono i cosiddetti “ansiolitici naturali” che ristabiliscono serenità fisica, mentale favorendo un recupero dell’umore.
L’infuso di camomilla aiuta contro l’insonnia e favorisce il relax.

Il rosmarino è un ottimo rimedio naturale per prevenire la stanchezza mentale e un stimolante efficace. Si può consumare come un infuso, prendendo un rametto e facendolo bollire per qualche minuto. Anche l’olio essenziale può essere utilizzato nell’aromaterapia, aiuta nella funzione dei reni, tonifica il corpo e la mente, al recupero della memoria e stimola la concentrazione.

La passiflora è un ingrediente naturale utilizzato in fitoterapia per la sua azione calmante, sedativa e ansiolitica, e per i disturbi della sfera nervosa. Tra le altre sostanze naturali il L-Triptofano, aminoacido essenziale che regola il sonno e l’umore.

Rimedi per la stanchezza fisica

Per la stanchezza fisica, è importante il tipo di alimentazione con la quale integrare il magnesio. Piselli, verdure, mandorle, arachidi e cacao contribuiscono a bilanciare l’organismo.

Tra i rimedi naturali ci sono il ginseng migliora la risposta dell’organismo e potenzia la resistenza fisica. Tra gli altri ingredienti naturali la Rhodiola combatte l’affaticamento e ha un effetto cardioprotettivo, riduce l’ansia e lo stato di nervosismo.

Tra gli oli essenziali che si possono impiegare per l’aromaterapia, come energizzanti e tonificanti, vi sono l’olio essenziale di rosmarino, di zenzero di timo, la lavanda che regola il battito cardiaco e pino silvestre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here