“In convento bisogna stare nudi!” | Torna la serie più “scandalosa” della TV: VIDEO

0
710

Un gruppo di splendide ragazze “difficili” da arginare, rinchiuse in un vero convento. Questa la ricetta di una serie cult che ha già spopolato sui nostri schermi e che in aprile torna in TV con un nuova stagione da non perdere. Ecco come fare per vederla. 

La formula è esplosiva, e i risultati non sono da meno. Un docu-reality in cui quattro ragazze difficili, dalla vita molto movimentata, vengono rinchiuse nell’ambiente meno adatto per loro.

La serie più controversa della TV: ecco come vederla | Web Source
La serie più controversa della TV: ecco come vederla | Web Source

Un convento: un problema quotidiano per loro e per le suore, incomprensioni, conflitti, avventure di ogni genere, una tensione che cresce ed esplode puntata dopo puntata. E tutto raccontato con la formula dura e pura del reality.

Un convento sottosopra

Gli spettatori vengono immersi in una realtà diversa, sconosciuta, resa ancora più interessante dal conflitto che sembra impossibile da risolvere (e in effetti lo è).

La prima edizione ha avuto come protagoniste quattro ragazze: Emy Buono una cubista di Napoli 22enne; Giale Dedona, 22 anni, arrivata in convento dalla lontana Los Angeles; Stefania Messina, una studentessa milanese di 23 anni; Valentina Grimaldi di 19 anni e la più giovane e vulcanica di tutte: Wendy, una studentessa di Reggio Emilia che ha letteralmente fatto impazzire Suor Daniela, la Madre Generale della congregazione e tutte le sue intrepide consorelle.

Com’era facile da immaginare la serie ha diviso il pubblico, che in parte ha reagito con entusiasmo sfrenato ad un mix fatto per stuzzicare la fantasia. 

Altri, forse legati a una cultura più tradizionale, o forse poco inclini agli eccessi del reality si sono detti orrificati e disgustati. Leggere i commenti del post che riportiamo è istruttivo per cercare di capire cosa aspettarsi da una serie che, comunque la si pensi, segna un passo nel costume, e quindi vale la pena di vedere per ragioni culturali, oltre che per la curiosità e l’apprezzamento per le ragazze ribelli e poco vestite.

La seconda serie, in onda in onda dal 17 aprile (ma niente paure, tutte le puntate sono anche visibili on demand) prevede un cast non meno agguerrito, addirittura rafforzato. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano)

Chiara, Nina, Ginevra e Beatrice (due gemelle!), Ana Maria e Nanda, tutte giovanissime, tutte italiane, tutte ingovernabili, tutte assolutamente difficili da immaginare tra le mura di un convento, si preparano a infiammare i nostri schermi con un’altra annata memorabile.

Sarà visibile in chiaro su RealTime o attivando Discovery+. Se non avete visto la prima serie, è il momento di recuperare!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here