Glifosato nella pasta: trovato in quattro marche italiane, molto conosciute ed usate

0
178

Una ricerca svizzera trovato il diserbante “incriminato” in ben quattro marche di pasta italiane e in vari formati. I risultati parlano chiaro.

Di recente una rivista svizzera, K-tipp, ha reso noti i risultati di una ricerca condotta su 18 marchi di pasta, tredici con grano prodotto in modo tradizionale e cinque da agricoltura biologica. I test hanno rivelato la presenza di glifosato in dieci dei diciotto marchi esaminati. Le quantità non erano enormi, ma la domanda è, se voi lo sapeste, la mangereste la pasta con tracce del diserbante?

pasra
Sarà ancora salutare un piatto di pasta? (web source)

Cos’è il glifosato?

Il glifosato è il diserbante più usato al mondo, molto efficace e meno tossico rispetto ad altri. Una ricerca condotta su topi di laboratorio qualche anno fa sembrava aver dimostrato che tale sostanza fosse cancerogena. La ricerca in parte è stata sconfessata, in quanto pare che i metodi usati nella ricerca non avessero tutti i canoni della scientificità. Quindi il glifosato è stato classificato tra i “probabili cancerogeni”.

Vi sentite più sicuri? No? Come darvi torto. Nella stessa tabella del glifosato sono presenti altre sostanze come il DDT, gli steroidi anabolizzanti, le emissioni da frittura ad alta temperatura, le emissioni prodotte dal fuoco dei camini alimentati a legna. Per farla breve, sostanze la cui tossicità non è dimostrata per gli esseri umani, ma solo per gli animali…

Non c’è una messa al bando da parte delle autorità internazionali, seppure, molto “coerentemente” hanno emesso il divieto di usarlo in aeree molto popolate.

Il verdetto delle autorità

Nel 2016 l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’Organizzazione delle nazioni unite per il cibo e l’agricoltura (FAO) dopo un’attenta analisi sono giunte alla conclusione che “è improbabile che il glifosato comporti un rischio di cancro per gli esseri umani come conseguenza dell’esposizione attraverso l’alimentazione”.

Pesticidi
Quante sostanze tossiche mangiamo ogni giorno? (web source)

Per l’Agenzia europea per le sostanze chimiche il glifosato è “solo” una sostanza in grado di causare lesioni oculari e come sostanza tossica per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata, ma non ci sono prove tali da classificarlo come cancerogeno. Alcuni paesi europei, in testa la Francia, stanno cercando di eliminarlo.

La posizione dell’Italia

In Italia esiste il divieto di usarlo nelle zone “frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili quali parchi, giardini, campi sportivi e zone ricreative, aree gioco per bimbi, cortili e aree verdi interne a complessi scolastici e strutture sanitarie”.

Secondo l’AIRC, attualmente, c’è una sospetta cancerogenicità non sufficientemente dimostrata.

In quali marche è stato ritrovato?

In base allo studio svizzero sono quattro le marche italiane in cui sono stati trovati residui del diserbante sospetto: Agnesi (tagliolini), Divella (spaghetti), Garofalo (spaghetti), Lidl Combino (tagliatelle).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here