Bonus TV digitale: quando il decoder lo paga lo Stato | Ecco chi può richiederlo

0
314

Una bella novità per molti italiani che potranno godere del bonus TV digitale. L’aggiornamento tecnologico ai nuovi decoder verrà finanziato dallo stato, se rientrate in una di queste categorie. 

I cambiamenti tecnologici spaventano sempre. Tanto per cominciare, sono dannatamente costosi. I vantaggi, forse, verranno, poi. Il costo invece arriva subito.

Il bonus TV digitale e come riceverlo | Web Source
Il bonus TV digitale e come riceverlo | Web Source

Per agevolare i cittadini che rischiano di non potersi permettere il passaggio alla nuova TV digitale, e che spesso sono tra i suoi principali utenti, lo Stato ha previsto una apposita agevolazione: il bonus Tv digitale. 

È già attivo da qualche tempo e molti organi di informazione ne hanno parlato. La notizia in effetti è di quelle ghiotte perché non capita tutti i giorni che lo Stato si decida ad erogare dei soldi anziché richiederli. Un’azione che promette di avere un effetto benefico su tutto il commercio del settore elettronico-Tv, oltre ovviamente sulle finanze e sulla qualità televisiva di chi lo riceverà.

La misura detta “nuovo bonus TV per il digitale terrestre” è stata attivata dal Governo all’interno della legge di bilancio 2022 e ha l’obiettivo di favorire lo switch off al DVB-T2 per le persone con redditi più bassi. Ovvero, vuole permettere anche a chi non se la potrebbe permettere una nuova TV con il più avanzato standard digitale attualmente disponibile.

Ecco chi può ricevere il bonus

Sarebbe bello poter annunciare che il bonus sarà disponibile per tutti, ma purtroppo così non sarà. A disporne saranno solo i cittadini con redditi ridotti o in età avanzata. Ecco in dettaglio i requisiti richiesti:

30 euro non sono molti ma meglio che dover rompere il salvadanaio | Web Source
30 euro non sono molti ma meglio che dover rompere il salvadanaio | Web Source
  • Età pari o superiore ai 70 anni
  • Trattamento pensionistico non superiore ai 20mila Euro annui
  • Titolarità di un canone Rai

Per il canone Rai è importante ricordare che il pagamento avverrà attraverso i bollettini dell’energia elettrica, e quindi è legato alla titolarità di una utenza elettrica. Al momento è importante ricordare che il tablet non è previsto su dispositivi come tablet, smartphone e PC.

A quali apparecchiature permetterà di accedere il nuovo bonus? Meglio scordarsi le TV LCD giganti a schermo piatto. Il bonus si occuperà della apparecchiatura minima necessaria a vedere le nuove trasmissioni anche su una TV di vecchia generazione. Dà infatti diritto a ricevere un decoder idoneo alla trasmissione e ricezione del DVB-T2 con un valore massimo di 30 Euro. Un piccolo aiuto, ma per qualcuno importante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here