Cristina D’Avena e le molestie sessuali in strada | La dichiarazione della cantante sull’indifferenza

0
226

Ecco come la cantante bolognese Cristina D’Avena ha raccontato un fenomeno di cui spesso si è sentito parlare in questi mesi. La sua rivelazione lascia tutti senza parole..

A 57 anni, la cantante voce dei più amati cartoni animati, Cristina D’Avena il tempo sembra essersi fermato. Sui social pubblica foto in bikini, e adesso i suoi fan chiedono ad Amadeus la sua presenza al Festival di Sanremo del 2022 in occasione dei suoi 40 anni di carriera. Qualcosa del genere è già successo nel 2016 quando è stata firmata una petizione. In quell’occasione la cantante è arrivata a Sanremo per cantare “Kiss me Licia”.

Cristina D'Avena (fonte: Instagram)
Cristina D’Avena (fonte: Instagram)

Cristina D’Avena entra nel mondo dello spettacolo quando è ancora bambina, già all’età di 3 anni diventa “immortale” cantando allo Zecchino d’Oro del 1968 “Il valzer del moscerino”. Con la sua bravura e la sua dolcezza la piccola Cristina non ci impiega molto a conquistare il pubblico.

Prosegue la sua carriera da cantante come interprete delle sigle di amatissimi cartoni animati. D’Avena è infatti nota per aver fatto innamorare l’intera generazione degli anni ’90 cantando la sigla di “Sailor Moon”, “Memole dolce Memole”, “I Puffi”, “Mila e Shiro” e tante altre.

Il rimpianto di Cristina D’Avena

Della sua vita privata non si sa molto perché da sempre la cantante ci tiene molto alla sua privacy. Sappiamo però che da molti anni è fidanzata con Massimo, che non fa parte del mondo dello spettacolo.

La donna ha ammesso che i due si amano molto, nonostante non si sia mai sposata con il compagno. Il motivo, spiega la cantante, è che si è lasciata assorbire dal suo splendido lavoro, e ha sempre rimandato il momento del fatidico sì. Il tempo è volato e inevitabilmente si rimane indietro“, ha affermato D’Avena. Ad oggi però ha confessato che il suo sogno sarebbe “mettere un giorno l’abito bianco”.

Cristina D’Avena a Rai Radio2 si racconta

La cantante bolognese è stata recentemente ospite alla trasmissione radiofonica di Rai Radio2, dal nome “I Lunatici“. La 57enne afferma che nel corso della sua vita ha avuto molti ammiratori, ma con l’avvento dei social i corteggiatori sono moltiplicati, ma non solo.

Cristina afferma che le è capitato di leggere “cose incredibili che uno può leggere e basta” scritte da “qualche maniaco“, ma che tutto sommato la divertono. A volte però si sente fragile su alcune parti del suo corpo che lei definisce ad “anfora”, ovvero caratterizzati dai fianchi pronunciati. E quando pubblica foto in cui mostra di più le sue forme e qualcuno gliele fa notare è lì che mostra la sua parte più vulnerabile.

“Dovrei fare palestra e smaltire il mio punto critico, invece sono pigra e mangiona”, afferma con ironia Cristina D’Avena. Poi si rincuora dicendo che considera il cibo come uno dei piaceri più belli della vita e quindi non si trattiene nemmeno più di tanto.

cristina d'avena (fonte: Instagram)
cristina d’avena (fonte: Instagram)

La sua idea sul catcalling

La cantante afferma che le persone sono molto più stanche a causa dello stress di questo periodo difficile. Per questo c’è tanto nervosismo, confusione, e le persone sono “diventate un po’ più cattive e vedono subito il marcio“, afferma la cantante.

Poi il presentatore le ha chiesto cosa pensasse lei riguardo alla recente tematica delle molestie sessuali di strada che consistono in commenti indesiderati, gesti, fischi, inseguimenti, flirt persistenti e palpeggiamento da parte di estranei, in aree pubbliche, e che prende il nome di catcalling.

LEGGI ANCHE: Lory del Santo, il segreto mai raccontato: tutto è iniziato quando era ancora una bambina

La cantante afferma che raramente le è successo di attrarre questi tipi di comportamento da parte di persone sconosciute, ma quando succede “io mi giro, guardo e me ne vado, è inutile rispondere”, ha affermato Cristina D’Avena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here